domandiamoci: Dopo la strage di Tucson, la domanda di pistole semi-automatiche in America è cresciuta o diminuita?

Aumentata. Ed enormemente. Secondo infatti Greg Wolf, proprietario di due negozi di armi in Arizona, la domanda per la Glock, una pistola semi automatica e triste protagonista degli eventi di Tucson, è praticamente raddoppiata.

Inoltre la domanda per fucili Lunedì 10 Gennaio è salita a 264 pezzi contro i 164 del lunedì corrispondente dell’anno scorso in Arizona. Un incremento del 60%. E non è tutto, secondo i dati del FBI, le vendite di fucili sono salite del 65 percento (395 pezzi) in Ohio; 16 percento (672 pezzi) in California; 38 percento (348 pezzi) in Illinois e 33 percento (206 pezzi) in New York. Le vendite a livello nazionale negli Stati Uniti sono salite al 5 percento (7,906 fucili).

Follie Americane.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in domandiamoci..., Economics. Contrassegna il permalink.

2 risposte a domandiamoci: Dopo la strage di Tucson, la domanda di pistole semi-automatiche in America è cresciuta o diminuita?

  1. Milena ha detto:

    Grazie ; non avrei mai saputo queste cose ,se tu non le avessi pubblicate sul tuo blog.
    Mi sconcertano,naturamente.Che cosa si potrà fare,perchè il cervello degli uomini non reagisca alle proprie paure ,creando altre paure?

  2. raffaelesaggio ha detto:

    purtroppo niente. La cultura americana fa delle armi uno dei propri capisaldi e non c’è modo di invertire la rotta, colpa anche delle lobby che difendono la vendita di fucili negli States.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...